Who is on next non è soltanto prêt-à-porter ma anche accessori. Ecco tutti i designer che hanno partecipato all’edizione 2015.

who-is-on-next-accessori

Il vincitore dell’edizione 2015 è stato Nicolò Beretta con il suo brand di calzature Giannico, il favorito della Sozzani e di tante star di Hollywood che hanno già indossato le sue creazioni. Un vero e proprio enfant prodige (ha soltanto 19 anni) che mi ha conquistato con il suo stile elegante ma al tempo stesso pop. Infatti, ad ispirarlo sono state proprio le feste a bordo piscina, i discorsi frivoli, le righe colorate e i fiocchi all’ombra delle palme. Dunque, per me, vittoria meritatissima.

giannico-who-is-on-next-3 giannico-who-is-on-next-2 giannico-who-is-on-next

Mi hanno incuriosito anche le borse di Avanblanc realizzate da Francesca Calisti che, come me, ha frequentato il Polimoda. Le sue creazioni strizzano l’occhio al surrealismo che ha fatto grandi Elsa Schiapparelli e Jean Cocteau. Il risultato sono accessori senza tempo ma che guardano al futuro.

avantblanc-who-is-on-next

L’artigianalità è parte integrante delle calzature di Alexander White che, nel realizzarle, si lascia sedurre dall’antica gioielleria e dall’architettura. I suoi modelli sono eleganti, inediti e decisi.

alexander-white-who-is-on-next

Ginevra Vitale, Andrea Giordano Orsini e Manuel Romano sono l’anima di Bams il marchio nato a Napoli specializzato nella realizzazione di slippers con lavorazione a sacchetto. Una collezione, quella presentata, che rivaluta il concetto di femminilità utilizzando materiali poco convenzionali.

bams-who-is-on-next

La ventinovenne Francesca Pisano è l’anima di Catherine de’ Medici 1533 un brand che prende il nome della prima donna della storia che indossò tacchi alti. La sua collezione prevede corone e ghirigori con vivaci combinazioni di colore.

cathrine-de-medici-wion-2015

Carol Oyekunle, nata a Nairobi ha realizzato un marchio Lolita Lorenzo che si ispira ai tessuti dell’Africa Occidentale. Oltre ad essere belle da indossare le sue creazioni hanno anche una valenza sociale ovvero quello di creare opportunità per il terzo mondo.

Immagine 479

Quest’anno ad Altaroma ha partecipato anche Daria Shapovalova che ho salutato con ammirazione.

daria-shapovalova-altaroma2015
Daria Shapovalova con Andrea Spezzigu

who-is-on-next-accessori-2

Riproduzione Riservata

Advertisements