Spesso siamo portati a pensare che le bellezze del Lazio orbitino soltanto attorno alla Capitale. Invece no! Si tratta di una regione ricca di storia, cultura e tante cose da fare e vedere. Un esempio? La Tuscia Viterbese. Ecco un piccolo vademecum.

La nostra bella Italia è ricca di sorprese e di luoghi che spesso sono fuori dal turismo di massa. Uno di questi è la Tuscia Viterbese, poco lontano da Roma ma in cui il tempo sembra essersi fermato, almeno architettonicamente parlando.

Viterbo

Il centro storico di Viterbo è circondato da mura ed appare leggermente arroccato rispetto alla città nuova. Chiamata anche città dei Papi, la città è costellata di chiese ed edifici storici. Il più importante e bello, a mio avviso, è la loggia dei Papi.

Per chi volesse dedicarsi ad un po’ di shopping, le principali catene sono lungo Corso Italia. Non mancano i centri commerciali come quello della Tuscia. Purtroppo la nostra ricerca di souvenir è stata fallimentare. Se volete portare a casa qualcosa di tipico non potete perdere una crema di nocciola chiamata Mellina ed il croccante.

Dove Mangiare: Per gustare la tradizionale cucina viterbese non dimenticate di passare “Ai tre re” locale la cui effige (custodita all’interno) porta fortuna se toccata. Ordinate un tagliere di salumi e formaggi tipici accompagnati da miele .

Se volete una cena veloce e croccante, invece, passate a “Il monastero” dove potrete ordinare la celebre bipizza: un’unica pizza su due piatti.

Per una pausa rinfrescante da provare il gelato all'”Antica latteria“. I gusti variano ogni sera ma la costante è Lo schiaffo del papa, un gusto costellato dal delizioso croccante di Viterbo.

Le Terme

Il posto migliore dove alloggiare è sicuramente un hotel con spa e terme. Le acque termali di questa zona erano molto apprezzate già dai Papi durante l’antichità. Noi abbiamo soggiornato all’Hotel Salus Terme, usufruendo di un pacchetto che ci permettesse di godere della Spa (sauna, sale relax, …), della palestra e delle piscine: una con acqua termale a 40 gradi, un’altra sulfurea con temperatura attorno ai 30 gradi ed idromassaggi e le altre di acqua salina. L’hotel è circondato da verde, il che rende la zona fresca e rilassante. Svegliarsi, indossare il costume e l’accappatoio senza il pensiero di truccarsi e vestirsi è un toccasana per stare lontani dal tran tran quotidiano. Al mattino, inoltre, la colazione è ricchissima!

Il Lago di Bolsena

Viterbo dista 20 minuti dal lago di Bolsena. In particolare, dal porticciolo di Capodimonte, potrete esplorare il lago con Naviga Bolsena. Soltanto con la barca, infatti, vi sarà possibile ammirare le due isolette private presenti nel lago e tuffarvi nelle acque verdi e fresche. Le barche, in estate, partono alle 11 e alle 16 tutti i giorni. Qui sotto il video realizzato da Grace’s Trips.

Il Bosco dei Mostri

A Bomarzo, a 20 minuti da Viterbo, troverete un posto molto particolare ed unico al mondo: il bosco dei Mostri. Ideato da Pirro Ligorio su commissione del Principe Pier Francesco Orsini, le statue ed installazioni presenti nel bosco sono a tratti mostruose e mistiche, a tratti senza senso. Un posto per perdersi e meditare.

E voi, ci siete mai stati?

Riproduzione riservata

 

Annunci