Tra gli eventi di maggiore attrattvità di Altaroma edizione estiva, figura sicuramente Who is on Next, il progetto di fashion scouting dedicato ai giovani talenti della moda, ideato e realizzato
da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia. Scoprite insieme a me, le proposte moda donna ed accessori del 2017 nonché i vincitori.

Sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ICE – Agenzia di Roma e alla
sua rete di uffici all’estero, Who is on Next si pone da anni come laboratorio di creazioni Made in Italy direttamente proiettato sui mercati internazionali. La manifestazione permette ai
giovani creativi di distinguersi e posizionarsi nel mercato del fashion grazie ad un premio in denaro e alla possibilità di far sfilare le proprie creazioni durante la fashion week milanese oltre che a collaborazioni prestigiose.

I finalisti

MARCO RAMBALDI

Classe 1990, il designer ha proposto linee pulite arricchite da applicazioni e materiali. I maglioni di lana si indossano al contrario, con le trame in bella vista. Non manca un richiamo al mondo hippy, tornato tanto in auge nelle collezioni moda delle ultime stagioni. Alcuni colori della sua collezione ricordano Bologna, città in cui vive e da cui prende spunto continuamente.

DAVIDE GRILLO
Classe ’93, il designer ha proposto una donna romantica, avvolta in linee morbide ed eteree. Un panorama quasi bucolico il suo, con tanto di mazzi di nebbiolina. Una poetica artigianalità, la sua, che si traduce nella scelta di colori tenui.

MINIMAL TO
Nato ad opera di Elisa Mazza, Danila Olivieri e Stefano Sberze, il brand ha un’identità concreta ed essenziale e trae origine dalla società in continuo cambiamento e dalle esperienze dei singoli designer. Una donna cittadina del mondo, avvolta in abiti confortevoli e dai volumi inaspettati. La palette di colori si discosta poco dal bianco e il nero alla volta di un cipria e il giallo ocra.

CORA
Disegnato da Clara Giaquinto caratterizzata da un gusto raffinato orientato al Made in Italy. Gli abiti proposti sono estremamente preziosi e femminili concepiti per una donna elegante e moderna. Stampe ricche e ricami preziosi su tessuti esclusivi sono il fulcro dello stile distintivo del marchio.

TALLER MARMO
Fondato da Riccardo Audisio e Yago Goicoechea, Taller Marmo il brand di ready-to-wear
femminile prende il nome dalla parola spagnola “laboratorio” e la parola italiana “marmo” come indicatore del desiderio dei designer di sperimentare con materiali di lusso e tecniche innovative. I designer hanno portato in passerella una donna sicura di se, in grado di sfidarsi anche in un Mezzogiorno di fuoco.

I vincitori

ACT N°1
Fondato da Luca Lin e Galib Gasanov all’inzio del 2016 a Reggio Emilia, il brand racconta la biografia dei designer attraverso richiami all’arte antica cinese e all’artigianato dell’Azerbaijan.
Stampe giocose, materiali, ricami fatti a mano e attenzione al dettaglio, hanno fatto sì che il brand si aggiudicasse il premio per la categoria prêt-à-porter per la tredicesima edizione di Who’s on Next. Una donna un po’ geisha ma forte e determinata. Una collezione molto particolare che è sicuramente stata premiata per l’azzardo e gli accostamenti.

NICO GIANI

Si tratta del brand di borse realizzato da Niccolò Giannini particolarmente influenzato dall’interior design. Ogni pezzo rispecchia il carattere del designer: grintoso e dinamico ma con un tocco morbido. Molto colorate e contemporanee, a mio avviso cavalcano l’onda dell’utilizzo di materiali diversi anche per gli accessori.

ANDREA MONDIN

Si tratta di calzature di lusso realizzate con maestria dal designer. Si nota che la collezione ha subito le influenze della carriera di Mondin che ha collaborato con Cavalli e Dolce & Gabbana. Scarpe che ogni donna vorrebbe come arma di seduzione.

Il premio, quest’anno, non poteva che essere dedicato a Franca Sozzani, recentemente scomparsa di cui si è sentita forte l’assenza lo scorso 7 luglio 2017 in occasione dell’evento.

Annunci