Continua il mio reportage da Altaroma con una delle sfilate che ho preferito perché mi ha dato la possibilità di conoscere degli stilisti portoghesi eccezionali: Portugal Fashion (che avevo già visto qui).

Con Portugal Fashion il ruolo di Altaroma si riconferma quello di osservatorio del fermento culturale e creativo di respiro nazionale e non solo, e che rafforza l’obiettivo di intessere collaborazioni con manifestazioni della moda che condividono la stessa mission. La sfilata è stata resa possibile dalla collaborazione con ANJE – Associação Nacional de Jovens Empresários (Associazione Nazionale dei Giovani Imprenditori).

I tre designer portoghesi che hanno sfilato lo scorso 27 gennaio 2017, all’Ex Caserma Guido Reni sono stati Pé de Chumbo, Estelita Mendonça (Men’s collection) e Susana Bettencourt. Tutti e tre con uno stile diverso, tutti e tre con qualcosa da dire. Vediamo qualche dettaglio delle collezioni.

Pé de Chumbo

Alexandra Oliveira ha creato il marchio Pé de Chumbo (nome che deriva dal suo nickname di adolescente) dopo essersi laureata e ha preso parte a diversi show a partire dal 2007. Trame particolari e capi in lana hanno concluso la sua sfilata. Gli abiti da sera sembrano realizzati con materiali di recupero eppure stupiscono per la loro bellezza. La palette di colori spaziava dal nero al bordeaux arrivando poi, alle note di colore che la caratterizzano.

pe-de-chumbo-1 pe-de-chumbo-2 pe-de-chumbo-3 pe-de-chumbo-4 pe-de-chumbo-5

Estelita Mendonça

Laureatasi alla Oporto Fashion Academy nel 2007, Estelita Mendonça ha presentato una collezione maschile in cui ha voluto trasmettere un forte messaggio come dichiarazione di se stessa al mondo. Slogan come Vote For Human e tanti altri spaziavano su berretti, t-shirt e sciarpe messe a mo di bavaglio. Un uomo cittadino del mondo, quasi un profugo (questa è stata la mia idea) pronto a lasciare tutto e partire per manifestare i suoi diritti.

estelita-1u estelita-5 estelita-4 estelita-3 estelita-2

Susana Bettencourt

La stilista si è formata a Londra dove ha ottenuto la specializzazione in Knitwear alla Central Saint Martins. I suoi capi coloratissimi e molto lavorati sono prevalentemente in lana. Avvolgenti e comfy si indirizzano ad una donna che non ha paura di osare un po’ gipsy. Capi da indossare e tramandare.

susana-bettencourt-5 susana-bettencourt-4 susana-bettencourt-3 susana-bettencourt-2 susana-bettencourt-1

Riproduzione riservata

Annunci