Anche quest’anno ho avuto la possibilità di partecipare all’edizione estiva di Altaroma, la kermesse romana dedicata all’alta moda e alla ricerca di giovani talenti. A tal proposito, l’evento e la sfilata di punta è sicuramente Who is on next il progetto di fashion scouting dedicato ai giovani talenti della moda, ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia.

Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino
Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino

Who is on next rappresenta un vero e proprio trampolino di lancio che darà ai vincitori, giudicati da una giuria internazionale di personaggi illustri, la possibilità di ottenere un premio in denaro, sfilare ad Altaroma il prossimo inverno e a Milano nel 2017. Altri premi sono stati assegnati da Yoox, Tomorrow e Premiere Classe.

Un front row ricco di personalità uniche, da Suzy Menkes (International Vogue Editor di Condé Nast International) all’immancabile Franca Sozzani, hanno visto la vittoria di Brognano per il pret a porter e di Pugnetti Parma per gli accessori.

Brognano, designer calabrese, ha presentato una lolita contemporanea con trasparenze e volumi talvolta inaspettati. Ho particolarmente apprezzato i richiami un po’ spagnoleggianti, arricchiti di dettagli street.

brognano 2

brognano 1

Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino
Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino

Al secondo posto Miahatami che ha portato nella sua linea diverse contaminazioni con la cultura iraniana sapientemente dosata in abiti dalle fantasie floreali e accessori ricercati.

Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino
Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino

Mihatami 2

miahatami 1

mihahatami 3

Il brand che più mi ha affascinato, però, è nato da due donne Lulù e Anna Poletti ovvero Melampo Milano. Ordine e leggerezza si fondono insieme all’originalità dei dettagli. Particolarmente interessante l’abito con la carpa, le stampe e le toppe.

melampo milano 2

melampo milano 1

Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino
Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino

Uno stile più agender è stato proposto dal brand EdithMarcel che fonde linee rigide a tessuti particolari. Gianluca Ferracin e Andrea Masati studiano ogni collezione come un progetto continuo.

Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino
Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino

wdith marcel 2

Le fantasie ben dosate, dal forte impatto visivo hanno caratterizzato la collezione portata in passerella da Parden’s del barese Daniele Giorgio.

Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino
Ph. Salvatore Dragone-Gianluca Palma/Luca Sorrentino

pardens 2

pardens 1

Per quanto riguarda gli accessori, il vincitore Pugnetti Parma ha proposto le nappe (tema da tenere d’occhio per la prossima stagione) in pelo e un’artigianalità mixata all’avanguardia che gli hanno fatto aggiudicare il premio.

Who is on next 2016 pugnetti parma

Who is on next 2016 nappe

Who is on next 2016 altaroma

Molto affascinanti le slippers ricamate di Akhal Tekè, gli orecchini di Schield e le borse multi frange e multi color di Azzurra Gronchi. Damico Milano ha stupito per le calzature con il simbolo distintivo di ogni creazione: un sottile filo dorato sulla suola di ogni scarpa. Ioanna Solea ha proposto borse e collane ispirate al mondo della natura mentre Lodovico Zordanazzo ha realizzato calzature realizzate a mano ricche di dettagli.

who is on next slippers

who is on next 2016 accessori

Se posso abbandonarmi in qualche considerazione personale, devo dire che l’edizione è stata per me un po’ sottotono. Ogni anno esco dalle sfilate con gli occhi pieni di stupore cosa che questa volta non è successa. Come mai?

Riproduzione riservata

 

Advertisements