La mia edizione estiva AltaRoma 2015 è iniziata con la sfilata di Rani Zakhem, uno degli stilisti che aspetto con più tumulto. Sarà perché i suoi abiti sono in grado di evocare una femminilità meravigliosa, sarà perché le sue passerelle sono in grado sempre di farmi sognare.

rani-zakhem-altaroma-2015-luglio-4

Anche questa volta, lo stilista ambasciatore del glamour di Hollywood ci è riuscito. In particolare, con l’abito da sposa che, come ha scritto qualcuno, ricordava quello di una magnifica Barbie Luci di Stelle. L’abito che ogni donna vorrebbe indossare almeno una volta nella vita. L’abito che incarna la femminilità ed il romanticismo grazie alla sua linea vaporosa e ai luccichii di cui tutte andiamo matte.

La collezione haute couture 2015-2016 proposta al Palazzo delle Esposizioni, è stata dedicata ai costumisti del cinema americano d’epoca -Gilbert Adrian, Jean Louis, Orry Kelly. Lo stilista ha voluto interpretare l’allure della moda del ‘900 rendendola più contemporanea. I richiami al cabaret (tessuti, piume, volumi e lunghezze) sono stati evidenti. Una donna luminosa, che torna a brillare dopo il grigiore delle grandi guerre con tessuti quali lurex, sete e chiffon la cui leggiadria è sempre in grado di ammaliarmi. Una serie di abiti in grado di comporre un guardaroba di lusso degno di Marlene Dietrich, la Lola della contemporaneità.

rani-zakhem-altaroma-2015-luglio rani-zakhem-altaroma-2015-luglio-3 rani-zakhem-altaroma-2015-luglio-2

Immagine 117

rani-zakhem-altaroma-2015-luglio-sposa-1 rani-zakhem-altaroma-2015-luglio-sposa-2

Immagine 375
Csilla Molnar (la mia modella Altaroma preferita)

rita-talks-rani-zakhem-altaroma-2015-luglio

Le immagini più piccole provengono dal comunicato stampa ufficiale. Le altre sono state scattate da me e mia sorella. Riproduzione Riservata

Advertisements