Gli smalti di Chanel sono bellissimi, non c’è che dire. Durata, facile stesura, colori brillanti. Unica pecca il costo. E pensare una mia celebre docente di Marketing affermava che il famosissimo marchio francese non fa altro che vendere prodotti che hanno la stessa qualità di un marchio francese di fascia decisamente inferiore. Forse è anche per questo (e perché non ho uno stipendio considerevole ne la fama della Ferragni) non ho ancora azzardato l’acquisto di uno smalto di 20 euro o poco più.
Sul mercato, inoltre, ho trovato diversi smalti dalla tonalità molto ma molto simile a quelli della Chanel. Un esempio è questo smalto Lyla, quello che trovate questa settimana allegato a Donna Moderna.

Chanel Nail Polish are great: long lasting, easy use, bright colors. The only dark side is the price. Let’s think that, one teatcher of mine said that Chanel sells product that has got the same quality of a cheaper range of product. Maybe is this the reason why I wouldn’t buy a polish of 20 euros (but also why I haven’t a set salary or the Ferragni’s fame). I think that in store we could find a lot of Chanel similar nail polish colours. A valid example is the Layla polish that is sold with Donna Moderna magazine this week.

Applicato perfettamente (non come fa la Ferragni, giusto per citare qualcuno) magari in due passate se necessario e protetto da uno smalto lucido fa la sua bella figura. Somiglia decisamente al suo parente di alta gamma Dragon 475.

If you apply it perfectly (not like Ferragni does), better if twice and finally with a transparent polish it’s great. It seems like its cousin of high range Dragon 475.

Annunci